Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Lesioni dei tendini flessori

Lesioni dei tendini flessori

LESIONI DEI TENDINI FLESSORI

Ogni dito lungo ha un tendine flessore superficiale e uno profondo. Il pollice possiede solo un flessore lungo. I flessori percorrono in un canale di scorrimento che è rinforzato da un sistema di pulegge.

Ferite al lato interno delle dita e della mano possono causare la sezione di una o ambedue i tendini. (1)

Il trattamento consiste nella sutura tendinea(2-7) e nel trattamento postoperatorio „dinamico“ per almeno sei settimane: In una ortesi particolare fatta su misura il paziente può e deve estendere le dita attivamente, la flessione passiva delle dita avviene attraverso dei tiranti elastici. Dopo rimozione della ortesi il trattamento prosegue sempre sotto la sopra visione di una terapista della mano (Mov1, Mov2). Normalmente il trattamento dura tre mesi. Dopodiché il paziente può forzare la mano.

Nel caso in cui veniva sezionato il tendine flessore profondo nella parte più distale del dito esso può essere reinserito con la tecnica „pull-out“ attraverso un filo che viene fissato a un bottone sul polpastrello del dito. Questa tecnica permette la immediata flessione ed estensione ATTIVA del dito. (8-11)

Complicanze tipiche sono le aderenze e le rotture secondarie dei tendini suturati. Nel primo caso le aderenze possono essere sciolte attraverso un ulteriore intervento chirurgico (tenolisi). Nel secondo caso spesso sono necessari dei innesti tendinei perché i monconi distanziati non possono più essere suturati direttamente. Nel caso in cui si trovano delle aderenze nel canale flessorio una barra di Silastik deve essere inserita nel canale e fissata alla ultima falange. (12-15).

Il dito poi va mobilizzato passivamente per almeno sei settimane. In questo tempo si crea un „nuovo“ canale di scorrimento nel quale viene inserito l’innesto tendineo. Questo innesto viene fissato distalmente alla ultima falange e prossimalmente al moncone prossimale. (16-20). I tendini prelevati sono il tendine del flessore palmare gracile della mano oppure il flessore plantare lungo del piede. Sono dei tendini che non hanno una funzione e vengono utilizzati come „pezzi di ricambio“. Il trattamento postoperatorio è possibilmente dinamico. I video Mov3 e Mov4 dimostrano una mano trattata in questo modo prima e dopo il trattamento chirurgico.